Sport e respirazione Aspeera Lesperto risponde

Vediamo di capire come le tecniche di respirazione consapevole possono essere utilizzati in ambito sportivo e quali possono essere le attività sportive dove si prestano maggiormente allora, se noi partiamo dal presupposto che la respirazione consapevole è una tecnica, da una parte anti stress che permette di essere più rilassati di recuperare più velocemente dalla fatica dall’altra parte è una tecnica di intelligenza emozionale cioè.

All’interno delle tecniche di respirazione consapevole terapeutica ci sono diversi esercizi che facilitano proprio la gestione delle emozioni possiamo comprendere che essere meno stressati, recuperare più velocemente la fatica, dormire meglio magari prima di una competizione o saper gestire le emozioni nel momento tale, specifico, della prestazione imparando a controllare i nostri pensieri e le nostre emozioni e a sciogliere le tensioni nel nostro corpo attraverso il respiro può essere adatto a tutti quanti gli sport.

E infatti nella mia carriera di psicologo ho avuto modo di lavorare con diverse squadre, diversi professionisti a livello nazionale, a livello mondiale nel calcio nella pallacanestro, nella pallavolo, nel rugby, nel baseball come giochi di squadra. Però ho seguito, che ne so, una ragazza che andava a fare le olimpiadi di tiro con l’arco, ho seguito una campionessa italiana di salto in alto, un boxeur che ha fatto i campionati mondiali di boxe.

Quindi non dire che ci sono degli sport più adatti. E’ chiaro che degli sport dove è richiesta maggiore precisione, concentrazione. Faccio proprio l’esempio del golf, del tiro con l’arco c’è la possibilità proprio di, attraverso il respiro, imparare a curare i dettagli avere maggiore padronanza e controllo di se in altri sport, durante proprio la fase agonistica, il respiro viene, diciamo, guidato dalla attività.

Che uno fa per cui quando uno fa la partita di calcio respira perché corre, voglio dire non ha tempo di pensare a come respira ma magari prima della competizione per calmare le tensioni, per calmare l’ansia per imparare a gestire le fasi di incazzatura e non mandare al diavolo l’arbitro ed essere ammonito, espulso. Evitare i falli di reazione per questo anche in uno sport come il calcio, tutti i giochi di squadra o i.

Giochi dove non c’è molto tempo per fermarsi, ragionare, concentrarsi ma è tutto vissuto, diciamo direttamente le tecniche di respirazione consapevole terapeutica possono essere utili prima per affrontare le gare con una maggiore tranquillità, possono essere utili durante per avere un maggiore controllo emotivo ed evitare delle reazioni, magari, impulsive e inconsulte.

Dopo, per recuperare più velocemente dalla fatica per eliminare l’acido lattico perchè l’ossigenazione aiuta l’eliminazione più veloce dell’acido lattico e un recupero più rapido da stress ma anche da infortuni questo è diciamo, la parte più semplice di applicazione poi per ogni atleta ci possono essere delle necessità più specifiche, delle tecniche più specifiche adatte.

Corso di canto 4 La respirazione

Hi guys! Today we’ll talk about the breathing process. I’d like to talk you through the different ways a body can breathe so that you’ll be able to avoid the wrong ones. I will also talk you through what I think it’s the correct way to breathe for a singer. What I think it’s the correct way of breathing it’s also the one that involves less effort. There are three ways to breathe and they are not only used by singers. One of the three ways it’s possibly the worst ever.

And it’s called quot;clavicular breathingquot;. The quot;clavicular breathingquot; it’s not only wrong but also dangerous for singers it’s a breathing technique that I suggest to avoid not only during vocal performances. quot;Claviculasquot; are these two bones The quot;clavicular breathingquot; it’s very common in anxious or overwrought persons. but also in those persons that, because of stress, suffer of quot;blocked diaphragmquot; and it’s recognizable by the motion from the bottom up of the shoulders. As you can hear by the changing of my voice, that motion it’s completely wrong.

Because it stiffens the larynx area of our body. and fills only the upper lungs section. It’s like filling up just half a tank heading for a long car trip. every singer needs a full air tank before evert vocal performance. The second breathing technique I want to discuss it’s called quot;abdominal breathingquot; The quot;abdominal breathingquot; involves the lower section of our pelvis while the quot;clavicular breathingquot; involves the upper section of our chest. The quot;abdominal breathingquot; it’s the one that we use unconsciously.

Every day of our life even while sleeping. Here’s my advice: while you’re lying down on your bed, think about these tutoriallessons You’ll notice that while inspiring and expiring, your pelvis will lift up and then crouch down. this specific breathing technique it’s used by many teachers and many singers. but it fills only the lower lungs section, leaving us with only half of our quot;air reservequot;. The breathing technique that I suggest it’s the one called quot;ribsdiaphragm breathingquot;. This kind of technique involves the central section of our trunk. I’ll be showing you the exact technique in the next episodes of the series.

Thanks to the ribsdiaphragm breathingquot; and by the flattening of the diaphragm we’re able to free much more space in the ribcage that will allow the lungs to expand almost at the top of their possibility. Singers, but also people that uses their voices constantly needs as much air as they can gather that’s why, to me, the quot;ribsdiaphragm breathingquot; it’s the best technique to improve.

Leave a Reply