Esercizi addominali bassi

Esercizi per addominali bassi Tanti altri tutorial e documenti su eserciziperaddominali .

The Chest Workout SOTTOTITOLATO IN ITALIANO GIORNO 1 SETTIMANA 3 SFIDA 30 GIORNI

Ciao ragazzi! Siamo di nuovo qui per l’allenamento del lunedì: Petto e Tricipiti vi abbiamo già presentato questo nuovo attrezzo, lo useremo in alcuni degli allenamenti ma non preoccupatevi se non avete gli attrezzi, vi farò sempre vedere le modifiche senza attrezzi così potremo continuare con gli allenamenti di solo sollevamento corporeo E ultimo ma non ultimo, il cibo! Voglio ringraziare tutti coloro che hanno postato le fotografie e le ricette su facebook Se non avete visto, ci sono persone che condividono i loro tutorial fatti con l’iphone e foto di quello che mangiano ci sono persone da tutte le parti del mondo che mangiano diversi tipi di cibo ed è molto bello vedere tutte le persone là fuori che condividono ciò che mangiano e idee per ricette salutari abbiamo anche alcune foto dei contenuti dei frigoriferi ed è fantastico.

Quindi grazie per le tante condivisioni e vogliamo continuare questo processo, vedendo cosa mangiano gli altri e condividendo quello che mangiamo noi Ok, basta chiacchierare, cominciamo con il petto e i tricipiti! Oggi sarà un po’ diverso dovrete impostare il vostro timer per 6 round di 2 minuti ciascuno Quindi farete questi esercizi per 2 minuti di fila, il secondo esercizio sarà di due minuti, il terzo esercizio sarà di due minuti e così via. Quindi faremo 3 esercizi, ciascuno da 2 minuti e con 20 secondi di riposo tra un esercizio e l’altro (per 2 volte di seguito, 6 round in totale) Ok, il (lamber?) è così che lo chiameremo d’ora in avanti E’ un attrezzo eccellente, ci potete fare un milione di esercizi di solevamento corporeo Il primo che ho fatto oggi è il quot;chest pressquot; con le gambe indietro e portandole avanti tra le due sbarre.

Inizialmente le gambe vanno posizionate ben all’indietro, addominali contratti, dovete fare un piegamento sulle braccia poi tornate su portate le gambe in avanti, vi raccomando di piegarle un pochino ed eseguite un piegamento con le braccia all’indietro tornate su e tornate alla posizione di partenza Per i ragazzi: L’ho sentito molto nella parte esterna del petto esattamente dove c’è questa piega, quindi è qui che dovete sentire la contrazione nell’ultimo piegamento cercate di non andare troppo giù, vi fareste male alle spalle Cercate di trovare il giusto confort mettendo le gambe avanti dritte o piegate, come vi risulta più comodo. Se non avete questo attrezzo, con la dip station potete fare un piegamento in avanti, poi il piegamento all’indietro.

Potete usare anche una sedia: Fate un normale piegamento sulle braccia sul pavimento e poi aiutandovi con la sedia fate il piegamento all’indietro potete alzare una gamba per rendere l’esercizio più intenso Ci sono molte modifiche che potete adottare per fare questo esercizio a casa se non avete alcun attrezzo Il secondo esercizio l’ho chiamato quot;21quot;, dovrete fare 7 ripetizioni di ogniuno dei 3 esercizi. Per il primo esercizio dovete tenere le braccia molto aperte e dovete portare le gambe al di sotto del vostro stomaco Se non riuscite a farlo potete fare qualcosa di simile ai mountain climbers Assumete la posizione quot;plankquot; fate un piegamento e portate le ginocchia in avanti, alternandole tra un piegamento e l’altro Per farlo ancora più semplice tenete le ginocchia sul pavimento.

Fate il piegamento sulle braccia, stendete le gambe e portate le ginocchia di lato come vi ho fatto vedere inizialmente Quindi ci sono un paio di cose che potete fare. Per il prossimo esercizio dovete tenere le braccia un po’ più vicine, andremo a lavorare più sui tricipiti che sui centro del petto Fate un piegamento sulle braccia e contemporaneamente alzate una gamba, alternandole Per quanto riguarda le modifiche se non riuscite a farlo così, fatelo sulle ginocchia e poi portate le gambe all’indietro tenete le gambe ben distese quando le portate all’indietro Il terzo esercizio è la quot;stellaquot; dovete tenere le braccia molto vicine unendo i pollici e gli indici fino a formare un quot;diamantequot; mentre fate il piegamento, tornando giù divaricate le gambe, quando tornate su dovete riunirle.

Non curvate la schiena, tenete gli addominali ben contratti e concentratevi sul piegamento sulle braccia dovete ottenere una buona concentrazione dei tricipiti. Se non riuscite a farlo, potete farlo sulle ginocchia e se non riuscite ad aprire e chiudere le gambe, fatelo con le gambe divaricate senza muoverle (diamond pushup) Di ognuno di questi 3 esercizi dovete fare 7 ripetizioni e dovete andare avanti per 2 minuti di fila. L’ultimo esercizio è per il petto e vi manderà a fuoco! Ci servirà la sacca Posizionatevi sulla palla, scivolate sulla schiena e quello che dovrete fare sarà una spinta con le braccia State attenti a non ruotare troppo i polsi all’indietro, potreste farvi male, dovete tenere i polsi ben fermi.

Vi raccomando di prender la sacca, potete tenerla per i manici, mettetela sulle ginocchia così e poi scivolate all’indietro, con la schiena a contatto della palla. Da qui portate la sacca dal petto in alto, spingendo con le braccia. Allontanate la sacca dal petto e riportatela giù Se vi sentite stanchi prendetevi una pausa ruotando seduti sulla palla Se non avete la sacca vi raccomando di fare un quot;elevated pushupquot; Potete usare una sedia, mettere i piedi sulla sedia (o sul divano, ma Freddy non ne è felice) e da qui fate un piegamento sulle braccia. Questo lo potete fare se non avete la sacca (e la palla) Quindi questo è l’allenamento, 2 minuti di fila, miraccomando date più importanza alla corretta esecuzione degli esercizi che al peso della sacca.

Leave a Reply